Siciliando: Intervista al Presidente.

Intervista al Presidente Vincenzo Perricone:

1. Ciao Vincenzo, come mai hai deciso di realizzare un gruppo su Facebook, dedicata interamente al territorio siciliano?
Anche se sembrerebbe scontato “un gruppo che parli della Sicilia”, in realtà quando l’ho pensato mi sono domandato , ” Ma in che modo parlare della Sicilia senza cadere sempre nella tentazione di tirar fuori i problemi noti o i fenomeni negativi che hanno fatto parlare di noi nel tempo e nel mondo? “. Allora mi sono chiesto “Perché non parlare soltanto di aspetti positivi?”, il bello che la nostra terra può esprimere agli occhi del mondo ed il potenziale nascosto, una parola che è diventata il mio faro “la Sicilianita’”.
2Da quanti anni, esiste la realtà “Siciliando”?
Il gruppo è nato tre anni fa ma è diventato attivo con diverse iniziative, anche esterne, al gruppo a dicembre 2015, con la prima mostra fotografica dedicata ai mercati siciliani (dal virtuale al reale).
3. Quanti membri hanno deciso di prenderne parte?
Oggi il gruppo FB conta circa 36.000 iscritti, una pagina Fb , una pagina Instagram, il canale YouTube e a luglio dell’anno scorso la nascita dell’Associazione Culturale “SiciliandoStyle” a supporto delle attività del gruppo, in cui gli iscritti si vanno via via associando.
4. Quali attività proponete agli iscritti?
Il nostro gruppo ha nel tempo proposto diverse iniziative per contenuti e varietà di interessi, quali: tour sul territorio siciliano da Mothia a Ibla e tante altre , l’ultima delle quali la partecipazione al mandorlo in fiore ad Agrigento con la visita al giardino della Kolymbethra con le magnifiche guide del Fai. Abbiamo organizzato due mostre fotografiche, altrettanti corsi di fotografia, partecipato ad eventi e promosso presentazioni di nuovi talenti scrittori e di pittura, passeggiate culturali lungo le vie del Cassaro a Palermo e nella storica Catania, scoperte realtà come il Maestro del the’,iniziative con l’università di Palermo, organizzate serate ludiche e nei prossimi giorni presenti in eventi quali Panormus e la Settimana delle Culture in cui proporremo al loro interno iniziative artistiche e culturali.
5. Proponete attività dedicate, anche, ai giovanissimi con la finalità di sensibilizzarli alla valorizzazione del territorio in questione?
Con i più giovani, grazie al coinvolgimento di un professore liceale (Emanuele Drago) , stiamo già da diverso tempo facendo delle passeggiate culturali, in una Palermo nascosta, in cui il sapiente e romanzato racconto del professore, diventa inevitabilmente attrattiva per i più giovani, che si coinvolgono sempre più numerosi.
Ma abbiamo in mente di sviluppare altri interessi proprio attraverso le scuole e dall’università.
6. E’ un gruppo a cui tutti possono prenderne parte?
Il gruppo, grazie alle diverse tipologie di iniziative (l’ultima delle quali una demo di Yoga all’aria aperto) , comprende uomini e donne di diverse età ed interessi.
7. Quali attività promuovete?
Come detto prima, le nostre attività sono molteplici, ma innegabile che la passione per la foto, con diversi livelli di competenza (amatoriale e professionale) , per noi rappresenta la passione maggiore, e pertanto è diventato ormai per noi una costante , un format che tra escursioni e partecipazioni ad eventi ci permette di organizzare e coinvolgere i nostri iscritti, richiedendone il contributo fotografico da mettere a fattori comune nel gruppo.
8. Vi occupate anche di beneficienza. Raccontami.
Il dedicarci anche “agli ultimi” non è un attività specifica dell’Associazione, in cui la rappresento quale Presidente o del gruppo FB con i suoi 35.000 iscritti, e quanto meno lo vuole diventare (non vogliamo farne un fatto di visibilità) , ma inevitabilmente quando all’interno della nostra realtà, coabitano tantissime sensibilità, il passo diventa breve con la voglia di fare, anche qualcosa per chi non ha avuto la fortuna di poter dire che un giorno è uguale all’altro per lo stato di benessere.
Abbiamo già da tempo adottato una Pia Opera di suore, che assistono tantissime famiglie disagiate e di tanti bambini che hanno bisogno di ogni cosa, partecipiamo ed organizziamo ad alcune cene per i clochard e tutto ciò mediante catene di volontari , raccolte presso supermercati ed esibizioni o iniziative per fini solidali.
Concludendo non posso non citare il prezioso contributo degli amministratori del Gruppo Siciliando e dei tanti supporter che senza il loro prezioso ed instancabile lavoro (volontario e gratuito), tutto ciò sarebbe impossibile da realizzare.
Siciliando
Raccontiamo emozioni, bellezze e meraviglie di Sicilia
Precedente #opere d'arti : "Ragazza in bianco in un bosco", opera di Vincent van Gogh. Successivo Fibrosi Cistica, studio italiano scopre terapia.